Come usare sito ed email per diventare l’idolo indiscusso di tutti i tuoi clienti

Se sei un lettore assiduo di questo blog, questo articolo ti sarà veramente utile.

Se invece sei ancora uno di quelli che pensa o pensavi che internet sia “una vetrina digitale” o “un catalogo virtuale” per l’azienda, alla fine di questo articolo ti dovrai ricredere.

E se non vuoi che la tua attività venga sbriciolata dai lettori del mio blog che usano ciò che insegno per rubare tutto il fatturato ai loro concorrenti, leggi attentamente questo articolo ed il suo seguito che ti consiglierò a fine articolo.

Mi dispiace se scombussolerò alcune delle tue credenze più profonde, ma spero che tu capisca che le convinzioni dei due esempi che ti ho fatto sopra possono essere paragonate a quando l’essere umano credeva che la Terra fosse piatta ed era il sole che girava intorno a noi.

È la stessa identica cosa.

Se tu pensi anche solo lontanamente una di quelle due cose, mi dispiace dirtelo così brutalmente ma in campo di marketing moderno sei indietro di 2000 anni rispetto a chi invece si è leggermente aggiornato nel corso degli anni.

Ecco perchè se pensi che il sito aziendale sia superfluo per il tuo business sei un ramapiteco dell’imprenditoria:

Quando ci si trova a muoversi in un campo che conosciamo poco, la prima cosa da fare è informarsi sui principali pericoli in cui potremmo imbatterci. Ed informarti sui principali pericoli e fregature del settore di internet e delle web agency è ciò che ho iniziato a fare con i primi articoli del blog.

Il motivo per cui lo faccio è quello di farti conoscere alcuni pericoli, modi di fare e tranelli del settore delle web agency che i non-addetti ai lavori non conoscono; contemporaneamente, ti do le informazioni necessarie a distinguere una web agency seria dai webmaster della domenica.

In questo modo, oltre a fare del bene a te che leggi, ho l’opportunità di mostrare ai lettori l’etica con cui operiamo noi di SitoFuoriclasse e a questo punto chi vorrà lavorare con una web agency fatta di professionisti, ci commissionerà il suo sito (da qui arriva il guadagno con cui mettiamo il pane in tavola ogni giorno).

Ed ecco sbocciato l’amore verso SF e spezzato il cuore ai nostri concorrenti cialtroni:

Fidelizzare i clienti

Ciò che farò con questo articolo, invece, è insegnarti qualcosa che non ti servirà ad evitare un pericolo o una trappola ma ti servirà per iniziare a muoverti in questo ambiente sapendo sfruttarne le potenzialità ed agire come fanno i veri Professionisti, quelli con i contro coglioni.

Quelli che internet lo usano per fatturare e guadagnare, e non i pidocchi che fanno il sito aziendale solo per poterlo mettere sui biglietti da visita ma non lo aggiornano dal 2013.

Se metterai in pratica ciò che ti spiego in questo articolo potrai iniziare a distinguerti dai tuoi concorrenti che probabilmente faranno parte del 95% delle MPMI italiane che sono indietro di 2000 anni in ambito internet e marketing odierno.

Il livello del marketing praticato dal 95% delle PMI italiane, infatti, è talmente ridicolo che se tu con la tua azienda/negozio metti in pratica anche solo l’1% di quello che leggi in questo blog, in confronto ai tuoi concorrenti sarai un Dio.

I primi ad accorgersi di questo cambiamento saranno i tuoi clienti, e dopo qualche settimana se ne accorgeranno pure le casse della tua azienda.

Il segreto del successo è sfruttare internet per non perdere mai più un solo cliente e poter dormire sonni tranquilli

Si tratta di una tecnica che ti serve per sfruttare il tuo sito e la tua e-mail (che, contrariamente a quanto ti dicono tutti, non serve solo per inviare e ricevere la fatture risparmiando su carta e stampa) per far sì che i tuoi clienti attuali vadano avanti a comprare solo da te e non dai tuoi concorrenti.

Se ci sono dei clienti che invece acquistano un po’ da te ed un po’ dai tuoi concorrenti, quello che imparerai da questo articolo ti servirà per fare in modo che questi inizino progressivamente a spostare tutti i loro acquisti solo ed esclusivamente presso la tua azienda.

Loyalcustomer-resized-600

Innanzitutto, analizziamo la realtà: se un cliente acquista al 100% solo da te vuol dire che finora hai sempre fatto un buon lavoro e non gli hai mai dato problemi tali da indurlo a guardarsi in giro. Ciò non vuol dire che non possa iniziare a farlo da domani se ci sarà un battibecco con la tua segretaria o un problema su un prodotto che gli hai venduto…

Un’altro aspetto da considerare è che se una certa persona o azienda acquista più o meno regolarmente da te, o ha acquistato in tempi relativamente recenti per il tuo settore, vuol dire che hai acquisito un minimo di autorevolezza ai suoi occhi e quindi è disposta ad ascoltare ciò che hai da dirgli. Ma ciò, ovviamente, non è sufficiente per garantirti del fatturato da parte sua anche nei mesi a venire.

Quello che devi fare ora è sfruttare questa autorevolezza duramente acquisita per conquistare definitivamente il tuo cliente (lo imparerai in questo articolo) e, in un secondo step, far sì che voglia acquistare solamente da te e capisca che tutti gli altri negozi o fornitori a cui si rivolge non sono altro che mezze cartucce!

Come raggiungere questo secondo obbiettivo lo puoi imparare nell’articolo intitolato “Cosa dire ai clienti per non farli andare MAI PIÙ ad acquistare dai tuoi concorrenti”, ma prima finisci di leggere questo articolo!

Anzi, se vuoi assicurarti di ricevere anche gli articoli relativi alle altre tecniche-turbo su come usare il sito aziendale per guadagnare di più, e leggerli senza fretta quando vorrai, inserisci la tua e-mail qui sotto:

Proteggiamo la tua privacy secondo il
d.lgs 196/2003 come descritto a questa pagina

Il modo più semplice e veloce per far innamorare definitivamente i tuoi clienti di te è…

…è fare in modo che loro ti vedano come l’unica persona/negozio/azienda da cui vale la pena acquistare quando hanno bisogno di un prodotto/servizio che tu vendi.

Punto.

Immagino che sarà capitato anche a te che per un prodotto o servizio specifico ti rivolgi sempre alla stessa azienda perchè risponde meglio degli altri alle tue esigenze qualsiasi esse siano, e diverse da persona a persona: avere prodotti di qualità, avere l’assistenza efficiente o il prezzo basso o qualsiasi altra caratteristica di tuo interesse.

Bene. Il sito web e la tua casella e-mail sono tutto ciò che ti serve per diventare un idolo nella testa dei tuoi clienti e far sì che scelgano sempre e solo te.

Siuramente avrai più di un modo per metterti in contatto con i tuoi clienti… Quello che serve a noi è la loro email. Quindi:

  • Se lavori nel B2B, devi inviargli fatture e documenti, quindi hai già recapiti come e-mail ed indirizzo della sua sede. L’unica accortezza che devi avere è, per operazioni di questo tipo, di non usare le caselle e-mail dell’amministrazione o quelle usate per l’invio di fatture ma l’indirizzo e-mail del tuo referente aziendale. Cioè colui che ti manda gli ordini e, per intenderci, colui che in azienda ha effettivamente il potere di decidere se acquistare da te o da qualcun altro.
  • Se lavori nel B2C (o per dirla in modo volgare, hai un negozio aperto al pubblico dove i clienti entrano ed escono da mattina a sera) spero che tu abbia attivato qualche procedura di raccolta recapiti dei tuoi clienti tipo e-mail o cellulare. Se (come avviene nel 95% dei casi) non hai nulla di tutto ciò, rimani sintonizzato sul blog perchè a breve scriverò un articolo su come raccogliere i recapiti dei tuoi clienti, facendoteli lasciare volontariamente e senza rompergli le palle chiedendoglieli ad ogni scontrino.

 

Ma ritorniamo a noi e focalizziamoci su quella bella lista di indirizzi e-mail che hai raccolto nel giro di qualche mese.

Tienila la lista di e-mail dei tuoi clienti con cura perchè questa lista, che ti piaccia o no, è l’assicurazione sul tuo futuro.

Questa bella lista di indirizzi ti servirà per fare il cosiddetto “marketing educazionale”, ovvero educare il cliente a scegliere il fornitore/negoziante migliore per lui e le sue esigenze: cioè TU.

Attenzione: fare marketing educazionale non centra nulla con lo spammare a destra e a manca le tue offerte o pseudo-promozioni! I clienti ne vedono già abbastanza sul volantino dell’ipermercato di cazzutissime promozioni “””assolutamente imperdibili”””. Non gli servono pure le tue ad intasargli la casella di posta elettronica!

Quello che devi fare tu è configurare una newsletter con tutti gli indirizzi e-mail che hai raccolto, e si può fare con una marea di programmi gratuiti e addirittura servizi sul web professionali ed a costo zero. C’è pieno il web di guide passo-passo su come farlo, quindi non serve che ne scriva un’altra anche io. In ogni caso, se hai dubbi o vuoi una dritta su quale programma usare, lasciami un commento.

Questa newsletter la userai per inviare periodicamente ai tuoi clienti delle e-mail che serviranno a edificare sempre di più la tua figura di esperto nella loro mente (come riuscirci te lo spiego io), e non ad intasarli di publicità indesiderata, altrimenti otterrai proprio l’effetto opposto!

Le e-mail vanno inviate a cadenza periodica settimanale, bisettimanale o mensile. Non c’è una regola ma va in base a quanto materiale interessante riesci a produrre.

In queste e-mail ci inserirai del testo scritto direttamente nel corpo della mail o, se vuoi fare le cose in modo ancora più professionale, ci inserirai il link ad un articolo/notizia/redazionale contenuto nel tuo sito aziendale.

Per fare questo devi avere la posibilità di aggiornare in autonomia il tuo sito, o almeno una sezione di esso. Non serve avere competenze informatiche per riuscirci. Le web agency serie come SitoFuoriclasse inseriscono la possibilità di aggiornamento del sito da parte del cliente di default, quelle meno serie no.

E se hai già un sito ed il tuo caso è quest’ultimo hai 2 strade: rifare il tuo sito rivolgendoti a professionisti veri tipo SitoFuoriclasse o lasciare tutto com’è e scrivere il contenuto nel corpo dell’e-mail (anche se è formalmente sbagliato e meno efficace che inviare un link ad un sito esterno).

Come dicevo, per fidelizzare definitivamente i tuoi clienti e diventare ai loro occhi un Professionista con la P maiuscola, gli invierai e-mail che parlano di argomenti e notizie legate al settore di tua competenza e NON pubblicità del tuo negozio! Produrrai contenuti che possono interessare REALMENTE al tuo cliente e che gli facciano venire voglia di impegnare qualche minuto di tempo per leggere la mail che gli hai mandato. Contenuti su temi che gli stanno a cuore ed in cui sei talmente competente da farlo rimanere sbalordito quando vedrà quanto cavolo la sai lunga!

Come? Ora ti spiego.

Ti faccio un esempio: se hai un negozio di abbigliamento per bambini, non azzardarti nemmeno per scherzo a mandargli una mail (come fanno i tuoi rarissimi concorrenti che tengono una newsletter) dal titolo “I nuovi capi primavera/estate per tuo figlio 0-3 anni” perchè non la leggerebbe nessuno! So che per te le nuove collezioni sono interessanti perchè ti fanno guadagnare bei soldini, ma ti assicuro che al tuo cliente non interessa nulla di leggere le offerte che userai per fargli spendere i suoi soldi faticosamente guadagnati.

Parlare al tuo cliente delle tue offerte e promozioni, per lui, è interessante tanto quanto guardare la vernice che si asciuga. È interessante la vernice che si asciuga secondo te? Ecco, ci siamo capiti.

Se invece vuoi che il tuo cliente-tipo apra al volo la tua e-mail, la legga tutta d’un fiato e ti ringrazi pure di avergliela mandata, invece, dovrai parlare di qualcosa che gli interessa o gli sta a cuore, ad esempio “Quali tessuti utilizzare per non irritare la pelle di tuo figlio”. In questo modo farai centro perchè:

  1. Un titolo del genere (che lo tiene in guardia dai pericoli del tuo settore su un tema che gli sta a cuore, come la salute del figlio) lo stimola a leggere le tue e-mail
  2. Inviandogli a cadenza regolare e-mail di questo tipo rimani nella testa del cliente che periodicamente vede il tuo nome nella sua casella e-mail e lo collega a qualcosa di utile e positivo, e non alle solite e-mail di spam di cui è sommerso
  3. Dimostri che nel tuo settore sei un professionista che la sa lunga e ai suoi occhi diventi l’esperto del tuo settore e quando dovrà comprare il prodotto o servizio che tu vendi sarai il primo che gli verrà in mente e saprà che se avrà bisogno di un consiglio tu sei la persona giusta a cui rivolgersi
  4. Non si ricorderà mai più dell’esistenza dei tuoi concorrenti che tutto ciò che fanno è inculargli un po’ di soldi e salutarlo appena esce dalla porta del negozio godendo e dimenticandosi di lui fino a quando non ritornerà a farsi fottere un altro po’ di soldi.

 

La fine che faranno i tuoi concorrenti non sarà molto diversa da questa:

battaglia-business

Già, perchè i tuoi concorrenti che si curano dei clienti solo quando sono lì e lì per acquistare, al cliente non gli dimostrano attenzione, cura e salvaguardia dei suoi interessi! Tu invece si! E sai bene che, al giorno d’oggi, se vuoi che il cliente ti paghi e ti rimanga fedele devi dargli qualcosa di più che 5 minuti di attenzione quando sta acquistando….

Le newsletter sono il metodo in assoluto meno impegnativo, meno costoso e più efficace per riuscirci! Tutto ciò che richiedono è solo un po’ del tuo tempo per scriverle e un pizzico di costanza e perseveranza, ed il loro effetto è 10000 volte maggiore di qualsiasi gadget merdoso tipo i portachiavi o quelle schifosissime penne personalizzate con il tuo nome.

Se proprio vorrai fare dei regali ai tuoi clienti, non gli regalerai la spilla del tuo negozio (che butterà via appena arriverà a casa) ma gli potrai mandare un buono sconto via e-mail. Lo apprezzerà infinitamente di più e non butterai via soldi inutilmente per produrlo.

Oltre a questo, c’è un modo per far sì che il tuo cliente non solo si innamori una volta per tutte della tua attività ma veda tutti i tuoi concorrenti per quello che sono, cioè degli sfigati, in modo che non solo lui acquisterà sempre e solo da te ma farà di tutto perchè anche i suoi amici e conoscenti evitino di acquistare dai tuoi concorrenti e spostino i loro acquisti da te.

Per sapere cosa scrivere esattamente nelle e-mail e far scappare i tuoi clienti dai tuoi concorrenti, facendo sì che acquistino sempre e solamente da te, leggi l’articolo “Cosa dire ai clienti per non farli andare MAI PIÙ ad acquistare dai tuoi concorrenti”

TI È PIACIUTO QUESTO L’ARTICOLO?
CONDIVIDILO ORA SU FACEBOOK TRAMITE IL PULSANTE QUI SOTTO!

HEY..! GUARDA QUI!

Metti il turbo alle tue vendite da richieste di preventivo mettendo in pratica ciò che è scritto in questa SUPER GUIDA di 30 pagine!
Puoi averla GRATIS se ti iscrivi ORA alla nostra newsletter:

NO SPAM! I tuoi dati saranno protetti secondo il D.Lgs 196/2003 come descritto a questa pagina